Tel. 045 810 47 60
Linkedin
Sessuologia

Tre Disturbi dell'Eiaculazione

 

L’ANEIACULAZIONE


L’aneiaculazione è un disturbo caratterizzato dalla mancata eiaculazione. Oltre ad essere di natura nervosa e ostruttiva, il disturbo può essere di natura psicologica.

Il paziente: "l’orgasmo lo conosco per le descrizioni e lettura fatta ma non personalmente, non è mai emerso nel mio corpo. Ho trovato sul mio corpo la traccia di un orgasmo, ma inconsapevole e non vissuto di persona, mi è capitato mentre dormivo quindi non cosciente. Da sveglio neanche l’ombra, sta dentro, non esce, non si fa vivo. Io lo cerco e lui non si fa trovare, non so perché non si fa trovare ed esce con il buio, quando dormo … avrà i suoi motivi, ma io non lo sento nel momento in cui lo cerco e lo desidero".

L’EIACULAZIONE RITARDATA


L’eiaculazione può risultare assente o ritardata nell’atto sessuale e l’orgasmo rimane sospeso o rinviato, ma non lo è. A volte ci si arriva, ma con estrema difficoltà e l’orgasmo è poco soddisfacente.

Il paziente: "quando faccio l’amore mi sembra di essere un detective. Uno che cerca traccia, che scruta, fiuta indizi di una possibilità che arrivi l’orgasmo. Ma il bastardo è abile nel non farsi trovare e se scovo una traccia lui si dilegua e non lo trovo più. Pure quando mi piacerebbe lasciarmi andare, anche alla compagna piacerebbe e invece la costringo a maratone insoddisfacenti per entrambi".

L’EIACULAZIONE PRECOCE

Nell’eiaculazione precoce l’orgasmo avviene in un momento non opportuno, ed è un orgasmo ambito, mal accolto. E’ un elemento caotico che va a guastare il gioco, nell’intimità. Questo può generare sfiducia, paura dell’eccitazione, tentativi di trattenersi, di durare, di controllarsi, l’arrendersi nei confronti di qualcosa che sembra inevitabile.

Il paziente: "quando sono nella prospettiva di un rapporto sessuale, la mia mente va già li con il pensiero, e quello che succederà. Sento l’ansia che aumenta in me, la speranza che vada diversamente, che possa durare, la voce interna che mi dice “rassegnati”, il copione è quello, sentirai che l’orgasmo arriva e tu non potrai farci niente. Come dire che non potrà andare diversamente, che non ci voleva un indovino per sapere come sarebbe andata"